Crostata di frolla ripiena di mele, cannella e gocce di cioccolato

t imagesE’ un dolce buonissimo che mi riporta ai sapori del sudtirolo: pasta frolla come base e copertura di un ripieno squisito di mele, cannella e gocce di cioccolato. Altro mio piccolo ma applaudito successo culinario casalingo! (naturalmente il segreto è fare la frolla in casa: tranquille, so che può sembrare contrario all’Ila&the city style ma credetemi, da quando l’ho fatta per caso una volta in cui avevo dimenticato di comprare la pasta frolla surgelata per una crostata da fare il giorno dopo, non ho più smesso di farla io: il sapore è un altro ed è facilissimo!)

Ingredienti per la frolla: 125 gr. di burro, 100 gr. di zucchero, 300 gr. di farina tipo 00, 1 uovo (+ 1 tuorlo per la decorazione), 1 cucchiaino di rum o scorza di limone, 1 presa di sale, 1/2 bustina di lievito. Ingredienti per il ripieno: 4-5 mele, 3 cucchiai di zucchero, 1 limone, cannella e gocce di cioccolato.

Preparazione: Lavorare velocemente gli ingredienti dell’impasto appena tolti dal frigo: il burro a pezzetti, la farina, lo zucchero, l’uovo, il rum o la scorza di limone, il sale ed il lievito fino ad ottenere una palla liscia da far riposare in frigo avvolta nella pellicola per almeno mezz’ora. Nel frattempo sbucciare le mele e tagliarle a pezzi. Cuocerle per circa 20 minuti in una casseruola con il succo e la scorza grattugiata di un limone, 3 cucchiai di zucchero e una spolverata di cannella. Mentre raffreddano, stendere la frolla con il mattarello e con un terzo della stessa ricavare un disco dello stesso diametro della tortiera (24-26 cm) che servirà per ricoprire la crostata. Con il resto della pasta foderare il fondo e il bordo della tortiera. Versarvi il ripieno e coprire il tutto con il disco di pasta. Spennellare con il tuorlo d’uovo sbattuto con un po’ di zucchero e decorare forando con una forchetta il disco di copertura. Cuocere in fondo non ventilato già caldo per almeno 50 minuti a 180°. Una volta raffreddata spolverare con zucchero a velo.

Variazioni: nella farcitura si possono aggiungere uvetta, pinoli, nocciole tritate; oppure utilizzare delle pere al posto delle mele.

 

Annunci

Muffin di carnevale al cioccolato

imagesUn’idea semplice ma carina per il carnevale, anzichè crostoli e frittelle.. e che rallegrati con un po’ di codette o di palline di zucchero colorate, fanno molto Carnevale.

Ingredienti: 270 g di farina, 150 g di zucchero, 80 g di cacao amaro, mezza bustina di lievito chimico, un cucchiaino di bicarbonato, 3 uova, 180 ml di latte, 150 g di burro fuso, 200 g di cioccolato fondente, codette o granella colorata.

Preparazione: fondere il burro e a bagnomaria 100 g di  cioccolato fondente. Mettere in una ciotola gli ingredienti secchi setacciati e mescolateli delicatamente. Mettere in un’altra ciotola gli ingredienti liquidi, compresi burro e cioccolato fondente. Mescolare velocemente gli ingredienti liquidi. Unire gli ingredienti solidi a quelli liquidi e mescolare. Accendere il forno a 180°. Riempire i pirottini per tre quarti con il composto. Sistemarli su di una teglia e metterli in forno. Cuocere per una ventina di minuti circa. Controllare la cottura inserendo uno stuzzicadenti: se esce pulito il muffin è cotto. Fate raffreddare e poi spalmate la superficie con il  restante cioccolato, che avrete fuso durante la cottura dei muffin in forno. Spolverare con la granella colorata. Suggerimento: proponeteli con accanto un po’ di marmellata calda di lamponi….Buon Carnevale!

 

IMG_0671

Torta di ricotta e uvetta sultanina

Torta-di-ricotta-e-uvettaEcco la torta che ho preparato oggi, un freddo e piovoso pomeriggio di gennaio! Da un pò avevo in dispensa una confezione di uvetta che non sapevo come utilizzare..poi l’idea di combinarla con la ricotta fresca che avevo comprato ieri dal lattaio e voilà! a parte qualche imprevisto comico in cucina che ha reso la realizzazione del dolce decisamente movimentata…direi che il risultato ci è piaciuto assai!!

Ingredienti: 200g di farina, 400g di Ricotta, 250g di zucchero, 3 uova, 1 bustina di lievito, la scorza di 1 limone non trattato, 50g di uvetta, sale

Preparazione: Imburrare e infarinare uno stampo per torte. In una terrina sbattere  con la frusta elettrica le uova intere, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e un pizzico di sale fino ad aver un composto chiaro, gonfio e spumoso. Continuando a montare, unire poca per volta la ricotta e l’uvetta ammorbidita in acqua calda e strizzata. Unire la farina e il lievito. Versare il composto nello stampo e infornate a 180° per 50 minuti.

Il tiramisù della BefanILA

12489321-illustrazione-di-torta-rosa-fairy-cupcake-con-candela-di-compleanno-accesa

Ebbene sì, il giorno della Befana è anche il mio compleanno!!! più passa il tempo più mi accorgo della fortuna che ho, perchè compio gli anni in un giorno che tutti in uno modo nell’altro ricordaed in cui, comunque, è sempre festa, dovunque io sia. Sicchè ti viene voglia di festeggiarlo sempre, il compleanno, anche quando gli anni cominciano ad essere tanti tanti… Quest’anno lo festeggio a Milano per la prima volta e, in mio onore, ho realizzato il classico dolce tiramisù, con il quale per tanti anni abbiamo festeggiato questa ricorrenza in famiglia!

Ingredienti: 400 gr di savioardi, 4 uova freschissime, 400 gr di mascarpone, 100 gr di zucchero, 3 tazze di caffè amaro, cacao amaro, gocce di cioccolato.591597700

Preparazione: sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida. A parte, montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale. Dopo averlo ammormidito con un cucchiaio di legno, unire il mascarpone alla crema di tuorli e zucchero ottenuta e, in ultimo, aggiungere delicatamente le chiare montate a neve. Adagiare in una pirofila di vetro i savoiardi e bagnarli con il caffè (dovranno essere ben imbevuti ma non completamente zuppi); ricoprirli con uno strato di crema al mascarpone e spolverizzare con cacao la superficie, aggiungendo a piacere delle gocce di cioccolato. disporre poi il secondo strato di savoiardi e ricoprirli con lo stesso procedimento (io proseguo di solito con il terzo strato, fino ad esaurire gli ingredienti). Infine, livellare la superficie di crema e spolverizzare con abbondante cacao. Riporre nel frigo per qualche ora per far compattare il dolce.

Un augutio a tutte le Befanine!!!

Speciale-Befana-Tante-idee-regalo-da-mettere-nella-calza-la-notte-dell-Epifania_scaledownonly_638x458

Dessert natalizio: bicchierini con panettone e crema di mascarpone

Idea genialeDSC_0479 e molto semplice, anche per riutilizzare quel panettone che sempre avanza dopo le abbuffate natalizie!
PREPARAZIONE – Utilizzando una frusta battere 6 tuorli in una casseruola, unendo 50 g di zucchero e 2 cucchiai di farina. Poi far cuocere il composto a bagnomaria su fiamma bassa. Aggiungere lentamente 1 bicchiere di Marsala, continuando a mescolare fino a ottenere una crema fluida e omogenea. Unire 250 g di mascarpone. Aggiungere 75 ml di latte e 1 cucchiaino di cannella in polvere. Mescolare bene con la frusta per amalgamare i diversi ingredienti. Prendere 4 bicchieri e riempirli alla base con uno strato di panettone avanzato. Ricoprire con la crema ottenuta e spolverizzare in superficie con il cacao amaro in polvere. Proseguire, strato dopo strato, sino a riempire i bicchieri. Decorare con cacao in polvere e scaglie di cioccolato. .
interessantissime anche le idee di questa blogger:
http://scorribandeincucina.blogspot.it/2012/01/buona-befana-eh.html

Lebkuchen und Frohe Weihnachten

lebkuchenDedico questo post alla magia del Natale e ad una persona particolarmente speciale che come me adora i Lebkuchen.

I Lebkuchen sono squisiti biscotti speziati preparati in occasione dell’ arrivo del Natale, soprattutto in Germania. Sull’origine del nome esistono diverse teorie ma la più accreditata sostiene che il termine Lebkuchen derivi dal latino libum, schiacciata, focaccia. Sembra che questi biscotti fossero conosciuti già da tantissimo tempo e che siano citati già in alcuni documenti dell’XI secolo. Norimberga si è affermata come patria dei Lebkuchen. La ricchezza dei boschi intorno alla città permetteva abbondanza di miele ( ingrediente basilare per l’impasto) e anche la favorevole posizione lungo la via degli scambi commerciali consentiva una grande disponibilità delle spezie (cannella, pepe, zenzero, ecc.). La storia narra che nel 1487, l’imperatore Federico III invitò tutti i bambini di Norimberga al castello. Quel giorno più di 4000 bambini ricevettero un piccolo biscotto a testa, raffigurante l’effigie dell’imperatore. Purtroppo non si hanno informazioni se l’immagine fosse un prodotto di stampa o se i dolcetti fossero stati prodotti con uno stampo da forno. Di sicuro dal  quel giorno nacque un tipo di Lebkuchen dal nome “Kaiserlein” che vuol dire “piccolo imperatore”. Ogni donna,in Germania, iniziava a preparare i Lebkuchen la prima domenica di Avvento perchè questi dolci a causa degli ingredienti particolari sono duri appena sfornati (il miele infatti tende a indurirli). E’ uso infatti conservali per qualche settimana in scatole di latta insieme a una mela che li preserva dall’ umidità e regala loro un profumo particolare. La loro pasta si adatta facilmente a tutte le forme. Si possono fare orsetti, pupazzi di neve, alberi, bambini, angeli, stelle comete e si usa anche metterli sull’albero per addobbarlo.
Ma ecco la ricetta.
Ingredienti: (per la preparazione di circa 30 biscotti): 300 g di farina, 100 g di burro, 100 g di mandorle e noci a pezzetti, 1 uovo, cannella, 180 g di miele, 180 g di zucchero di canna, chiodi di garofano in polvere, vanillina, 1 limone, 1 cucchiaio di lievito vanigliato,
100 g di zucchero a velo.
Preparazione: Mescolare a fuoco basso lo zucchero di canna, il burro tagliato in piccoli pezzi e il miele fino a ottenere un composto omogeneo e senza grumi. Lasciarlo raffreddare. Unire il tuorlo, un po’ di cannella e un chiodo di garofano, le mandorle, la vanillina, le noci, la scorza grattugiata del limone e la farina insieme allo lievito.Lavorare la pasta sino a ottenere la consistenza desiderata. Lasciare
riposare l’impasto per un intera notte. Stendere la pasta ottenuta fino a dargli uno spessore di 1 centimetro e procedere con l’uso pasta degli stampini. (quelli originali tedeschi sono a cuore oppure tondi). Cuocere i biscottini per 20 minuti in forno caldo a 180°C.
Una volta raffreddati i biscottini possono essere ricoperti con una glassa al limone oppure con del cioccolato fondente o si possono guarnire con i confettini colorati, le mandorle, i pinoli o i canditi, seguendo la fantasia.

(tratto dal blog Dulcisinfundo)

..from London: The best traditional british christmas pudding recipe

Entriamo piano piano in atmosfera natalizia… direttamente da London City, un’amica segnala questo link di british e irish food… da sbirciare e provare!!

http://britishfood.about.com/od/christmas/r/xmaspud.htm

 in particolare, ecco la ricetta originale del pudding tradizionale inglese, tratta da questo link:

Prep Time: 45 minutes

Cook Time: 8 hours

Marinating Time: 12 hours

Total Time: 20 hours, 45 minutes

Ingredients:

  • Serves 8 – 10
  • 1lb /450g dried mixed fruit (use golden raisins/sultanas* , raisins, currants)
  • 1 oz /25 g mixed candied peel, finely chopped
  • 1 small cooking apple, peeled, cored and finely chopped Grated zest and juice
  • ½ large orange and
  • ½ lemon
  • 4 tbsp brandy, plus a little extra for soaking at the end
  • 2 oz /55 g self-raising flour, sifted
  • 1 level tsp ground mixed spice
  • 1 1/2 tsp ground cinnamon
  • 4 oz /110 g shredded suet, beef or vegetarian
  • 4oz /110g soft, dark brown sugar
  • 4 oz /110 g white fresh bread crumbs
  • 1 oz /25 g whole shelled almonds, roughly chopped
  • 2 large, fresh eggs

Preparation:

  • Lightly butter a 2½ pint/1.4 litre pudding basin.
  • Place the dried fruits, candied peel, apple, orange and lemon juice into a large mixing bowl. Add the brandy and stir well. Cover the bowl with a clean tea towel and leave to marinate for a couple of hours, preferably overnight.
  • Stir together the flour, mixed spice and cinnamon in a very large mixing bowl. Add the suet, sugar, lemon and orange zest, bread crumbs, nuts and stir again until all the ingredients are well mixed. Finally add the marinaded dried fruits and stir again.
  • Beat the eggs lightly in a small bowl then stir quickly into the dry ingredients. The mixture should have a fairly soft consistency.
  • Now is the time to gather the family for Christmas Pudding tradition   of taking turns in stirring, making a wish and adding a few coins.
  • Spoon the mixture in to the greased pudding basin, gently pressing the mixture down with the back of a spoon. Cover with a double layer of greaseproof paper or baking parchment, then a layer of aluminum foil  and tie securely with string.
  • Place the pudding in a steamer set over a saucepan of simmering water and steam the pudding for 7 hours. Make sure you check the water level frequently so it never boils dry. The pudding should be a deep brown color when cooked. The pudding is not a light cake but instead is a dark, sticky and dense sponge.
  •   Remove the pudding from the steamer, cool completely. Remove the paper, prick the pudding with a skewer and pour in a little extra brandy. Cover with fresh greaseproof paper and retie with string. Store in a cool dry place until Christmas day. Note:The pudding cannot be eaten immediately, it really does need to be stored and rested then reheated on Christmas Day. Eating the pudding immediately after cooking will cause it to collapse and the flavours will not have had time to mature.
  • On Christmas day reheat the pudding by steaming again for about an hour. Serve with Brandy or Rum Sauce,  Brandy Butter   or Custard. 
    Left over Christmas pudding can be reheated by wrapping tightly in aluminum foil and heating through in a hot oven.

 

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: