Deftiges Bauernfrühstück

Seguendo la mia attuale ispirazione culinaria bavarese, ecco la mia ricetta della Bauernfrühstück, ovvero della “colazione del contadino” a base di patate, uova, cipolla e prosciutto…magari non proprio per la nostra classica colazione con cornetto e cappuccino, ma per un pranzo o una cena diversa, certamente gustosa e sostanziosa!

Iwatermark_F760501jpg_img_308x0ngredienti: 800 gr. di patate, 60  gr. di burro, 2 cipolle bianche, 6 uova, 1/4 l. di panna, sale, pepe, 1 ciuffetto di prezzemolo fresco, 200 gr. di prosciutto tagliato a listarelle.

Preparazione: lavare e lessare le patate (con la buccia) in acqua bollente; una volta cotte e raffreddate, sbucciarle e tagliarle a rondelle. Sbucciare le cipolle e tagliarle a dadini; tritare il prezzemolo. A questo punto, in un tegame o padella capiente, fare sciogliere il burro e soffriggere la cipolla; aggiungere le patate tagliate a rondelle e rosolarle fino a che saranno dorate. Nel frattempo, in una terrina sbattere le uova con una frusta da cucina, aggiungere la panna e versare il composto nel tegame in cui si saranno cotte le patate; mescolare e aggiungere il prezzemolo tritato, sale, pepe ed infine il prosciutto.

 

Fiori di zucca fritti in tempura

fiori-di-zucca-in-tempura_CibandoRieccomi! sono stata lontana dal blog per mesi. La city e i suoi ritmi mi hanno travolta e costretta ad allontanarmi dal mio piccolo spazio, ma rieccomi qui! Qualche settimana fa ho scoperto questa ricettina, che ho realizzato in casa con ottimi risultati e complimenti della mia dolce metà, quindi rompo il silenzio per condividerla con voi. La particolarità sta nella tipologia di frittura, che segue la ricetta asiatica della tempura, più leggera e delicata.

Ingredienti: 400 ml d’acqua fredda frizzante, 1 tuorlo d’uovo, ghiaccio, 200 gr di farina, olio, mozzarella di bufala, 16 fiori di zucca, acciughe sott’olio e olio di semi per friggere.

Preparazione: preparare la pastella versando in una ciotola il tuorlo, l’acqua frizzante e la farina tutta in una volta; aggiungere dei cubetti di ghiaccio e mescolare energiciamente. Tagliare la mozzarella di bufala a pezzettoni e scolare le acciughe dall’olio. Curare i fiori di zucca eliminando il pistillo interno, lavarli e asciugarli tamponandoli con un panno pulito. A questo punto farcire ogni fiore con un pezzetto di mozzarella e un’acciuga, chiudendolo delicatamente. Nel frattempo scaldare l’olio per la frittura e quando sarà caldo, immergere ciascun fiore nella tempura e poi nell’olio per pochi minuti, fino a che risulterà croccante.

Lebkuchen und Frohe Weihnachten

lebkuchenDedico questo post alla magia del Natale e ad una persona particolarmente speciale che come me adora i Lebkuchen.

I Lebkuchen sono squisiti biscotti speziati preparati in occasione dell’ arrivo del Natale, soprattutto in Germania. Sull’origine del nome esistono diverse teorie ma la più accreditata sostiene che il termine Lebkuchen derivi dal latino libum, schiacciata, focaccia. Sembra che questi biscotti fossero conosciuti già da tantissimo tempo e che siano citati già in alcuni documenti dell’XI secolo. Norimberga si è affermata come patria dei Lebkuchen. La ricchezza dei boschi intorno alla città permetteva abbondanza di miele ( ingrediente basilare per l’impasto) e anche la favorevole posizione lungo la via degli scambi commerciali consentiva una grande disponibilità delle spezie (cannella, pepe, zenzero, ecc.). La storia narra che nel 1487, l’imperatore Federico III invitò tutti i bambini di Norimberga al castello. Quel giorno più di 4000 bambini ricevettero un piccolo biscotto a testa, raffigurante l’effigie dell’imperatore. Purtroppo non si hanno informazioni se l’immagine fosse un prodotto di stampa o se i dolcetti fossero stati prodotti con uno stampo da forno. Di sicuro dal  quel giorno nacque un tipo di Lebkuchen dal nome “Kaiserlein” che vuol dire “piccolo imperatore”. Ogni donna,in Germania, iniziava a preparare i Lebkuchen la prima domenica di Avvento perchè questi dolci a causa degli ingredienti particolari sono duri appena sfornati (il miele infatti tende a indurirli). E’ uso infatti conservali per qualche settimana in scatole di latta insieme a una mela che li preserva dall’ umidità e regala loro un profumo particolare. La loro pasta si adatta facilmente a tutte le forme. Si possono fare orsetti, pupazzi di neve, alberi, bambini, angeli, stelle comete e si usa anche metterli sull’albero per addobbarlo.
Ma ecco la ricetta.
Ingredienti: (per la preparazione di circa 30 biscotti): 300 g di farina, 100 g di burro, 100 g di mandorle e noci a pezzetti, 1 uovo, cannella, 180 g di miele, 180 g di zucchero di canna, chiodi di garofano in polvere, vanillina, 1 limone, 1 cucchiaio di lievito vanigliato,
100 g di zucchero a velo.
Preparazione: Mescolare a fuoco basso lo zucchero di canna, il burro tagliato in piccoli pezzi e il miele fino a ottenere un composto omogeneo e senza grumi. Lasciarlo raffreddare. Unire il tuorlo, un po’ di cannella e un chiodo di garofano, le mandorle, la vanillina, le noci, la scorza grattugiata del limone e la farina insieme allo lievito.Lavorare la pasta sino a ottenere la consistenza desiderata. Lasciare
riposare l’impasto per un intera notte. Stendere la pasta ottenuta fino a dargli uno spessore di 1 centimetro e procedere con l’uso pasta degli stampini. (quelli originali tedeschi sono a cuore oppure tondi). Cuocere i biscottini per 20 minuti in forno caldo a 180°C.
Una volta raffreddati i biscottini possono essere ricoperti con una glassa al limone oppure con del cioccolato fondente o si possono guarnire con i confettini colorati, le mandorle, i pinoli o i canditi, seguendo la fantasia.

(tratto dal blog Dulcisinfundo)

Flan soffice di carote

Eccomi sono tornata alla carica in cucina! in questi giorni che mi godo anche un pò di vacanza dopo il meritato traguardo raggiunto, sto preparando nuove ricettine e torno a postarne le migliori! ieri sera ho preparato questo Flan soffice e dolce alle carote, è piaciuto molto e quindi lo condivido! Non è difficile e anzi, è una valida idea per la cena!

Ingredienti: 200 gr di carote, 2 uova, 100 gr di formaggio spalmabile, 4 cucchiai di panna fresca o 2 cucchiai di latte, 1 pizzico di noce moscata in polvere, 60 gr di formaggio dolce grattuggiato tipo parmigiano, 1-2 cucchiaini di prezzemolo tritato, sale e pepe q.b.

Preparazione: preriscaldare il forno a 180 °C; pulire, lavare e grattuggiare le carote; disporle in una piccola pirofila leggermente oliata, e cospargere con un pò di prezzemolo. Nel frattempo, in una terrina, sbattere le uova, aggiungere il formaggio spalmabile, quello grattuggiato, la panna o il latte, la noce moscata, il sale e il pepe e mescolare bene. Versare il composto sulle carote e amalgamare il tutto. Infornare per circa 20 min. finchè il flan risulta soffice e gonfio. Lasciare raffreddare e insaporire con un pizzico di prezzemolo.

 

Fantasia di polpo & co.

Oggi ho preparato questa ricetta “fantasia” a base di polpo, fresca e perfetta per l’estate, e la pubblico perchè in questo periodo si presta bene ad essere uno sfizioso antipasto o un gustoso piatto unico e quindi ottima soluzione per un pranzo o una cenetta casalinga!

Ingredienti  per 4 persone: 1 Polpo grosso, 2 o 3 patate, olive taggiasche, pomodorini datterini o ciliegini, olio extra vergine d’oliva, il succo di 1/2 limone, sale, pepe, uno spicchio d’aglio (a piacere, peperoncino in polvere), prezzemolo. Come guarnizione del piatto: qualche fettina di limone e foglie di insalata.

Preparazione: Immergere il polpo in acqua bollente salata e dalla ripresa del bollore lasciare cuocere per circa 50/60 minuti. Nel frattempo, sbucciare le patate, tagliarle in pezzi grossi e lessarle in acqua salata; una volta pronte lasciarle freddare. Lasciare freddare anche il polpo nell’acqua di cottura, cosicchè la polpa diventi bella tenera. A questo punto, si possono passare le dita su ogni tentacolo per rimuovete le ventose, rendendoli bianchi. Tagliare quindi i tentacoli a tocchetti e metteri in una ciotola. Unire le patate tagliate a cubetti, le olive taggiasche e i pomodorini tagliati a quarti. Aggiungere l’aglio (grattuggiato fine, o intero in maniera da poterlo eventualmente rimuovere una volta in tavola se non piace), prezzemolo, sale, pepe, il peperoncino (se piace) e una spruzzatina di succo di limone. Irrorare con abbondante olio di oliva e mescolare il tutto. Servire su un piatto di portata, guarnendo con qualche fettina di limone e foglie di insalata.
Una variante carina è l’insalata di polpo con patate, pomodorini e fagiolini: basta unire i fagiolini alle patate in una ciotola con lo spicchio di aglio, il sale, l’olio, mescolare e lasciar insaporire. A parte, fare un trito con le erbette (es. basilico, prezzemolo, timo), aggiungere l’olio e tenere da parte. Mescolare quindi il polpo con l’insalata di fagiolini e patate, aggiungere i pomodorini tagliati a metà, condire con la salsina di erbe e mescolare bene.

Fiori di zucca, fiori di idee!!

Partiamo con un pò di “cultura generale”, che non fa mai male ed ecco qualche nozioncina su quello che viene chiamato impropriamente il “fiore di zucca“: il fiore della zucchina si raccoglie in giugno e in luglio e deve essere consumato freschissimo. Si mantiene in frigorifero non più di 2 giorni. La forma deve essere integra, il fiore gonfio e di colore arancione brillante, il calice appena aperto, i bordi distesi. Prima dell’uso, aprite il calice, eliminate il pistillo, raschiate con un coltellino le parti spinose, lavatelo delicatamente con acqua fredda facendo penetrare il getto all’interno, poi tamponatelo con carta da cucina. Ottimo fritto, al naturale o ripieno, ma anche crudo, in insalata. Dose: 4 fiori a persona; Kcal: 12 per 1oo g.
Ed ora due idee culinarie, “pescate” qua e là tra le mie fonti:
FIORI DI ZUCCA RIPIENI DI RICOTTA CON ZUCCHINE E SALSA DI BASILICO
Ingredienti per 4 persone: 16 fiori di zucchina, 8 zucchine novelle, 160 g di ricotta, basilico, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.
Preparazione: Scottate i fiori in acqua bollente salata. Estraeteli con la schiumarola e fateli asciugare su carta da cucina. Lavorate a crema la ricotta con un filo d’olio, sale, pepe e riempite i fiori con il composto ottenuto. Tagliate le zucchine a rondelle sottilissime e distribuitele sul fondo di quatto piatti. Adagiatevi i fiori farciti e condite con una salsina ottenuta frullando le foglie di basilico con 1 cucchiaio di olio e sale.
PIZZA CON FIORI DI ZUCCA, SCAMORZA E ACCIUGA
Ingredienti per 6 persone: pasta per pizza, 10 fiori di zucca, 200 g di scamorza, 6 filetti di acciuga sott’olio, olio extravergine d’oliva.
Preparazione: Aprite ogni calice, eliminate pistillo e puntine verdi, sciacquate velocemente sotto l’acqua corrente, tamponate delicatamente con carta da cucina e tagliate a larghe strisce. Stendete la pasta in una teglia. Ricopritela con i fiori, la scamorza a fettine, le acciughe. Irrorate con un filo d’olio e infornate a 200° per 20-25 minuti.

Insalate con le pesche

Stasera non avevo un granchè voglia di cucinare… aihmè, torno troppo stanca e sempre troppo tardi dal lavoro! Poi col caldo si affievolisce la pazienza di stare dietro ai fornelli…ma non per questo mi faccio venire meno idee! La parola d’ordine in questo periodo è freschezza.. E così vai di insalatone semplici e veloci ma rigorosamente stuzzicanti e ricche di igredienti di stagione..come la frutta! Ecco ad es. la mia ricetta “improvvisata” di stasera e due ideuzze “rubate” qua e là per preparare insalate utilizzando le pesche noci:

Insalata “improvvisata” con le pesche

Condire con olio, aceto balsamico, sale e pepe: insalata riccia, pomodoro a fette, formaggio di malga tagliato a tocchetti, una pesca tagliata a fettine.

Insalata semplice con rucola, pomodorini, mozzarelline e pesche

Semplicissima: Condire con olio, aceto balsamico, sale e pepe (e un po’ di menta fresca, se l’avete) la rucola, i pomodorini tagliati a metà, le pesche noci tagliate a spicchietti e le mozzarelline.

Insalata di pollo, cetrioli e pesche

Ingredienti: 1 cetriolo, 3 pesche, 2 petti di pollo, ½ cipolla rossa , 2 manciate di rucola, 1 indivia rossa, sale, pepe, 1 cucchiaio d’olio; per la salsa: 2 cucchiai di aceto balsamico,  5 cucchiai di olio di arachidi o di semi, sale e pepe.

Preparazione: Preparare il condimento, mescolando tutti gli ingredienti per la salsa in una ciotolina. Tagliare i petti di pollo a cubetti. Metterli in una padella sul fuoco con un filo d’olio e far cuocere per 10 minuti, mescolando ogni tanto. Regolare di sale e pepe e lasciar raffreddare in un piatto. Pelare la cipolla e tritalra fine. Lavare e asciugare il cetriolo, poi tagliarlo a lamelle sottili. Lavare le pesche e tagliare ogni metà in sei spicchi. Lavare ed asciugare la rucola e trita l’indivia. Versare tutti gli ingredienti in una terrina, aggiungere il pollo e condire. Mescolare e servire.

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: